Leva finanziaria: che cos’è e come funziona

191

La leva finanziaria assume molta importanza nel trading. Infatti consiste specificamente in uno strumento ben preciso che dà la possibilità di esporsi al mercato relativamente ad una certa quantità di denaro, anche se tutto il denaro non viene posseduto dal titolare sul proprio conto. Si tratta, in buona sostanza, di uno strumento che ha dei risvolti da non sottovalutare a livello pratico. Infatti chi utilizza la leva finanziaria nel trading online non fa altro che utilizzare del denaro in prestito da un intermediario, che può essere un broker o una banca. In questo modo, utilizzando la leva, si ha l’opportunità di aprire delle posizioni sul mercato e di generare maggiori profitti, senza comunque trascurare le eventuali perdite.

Come funziona la leva finanziaria

Il significato preciso e l’utilizzo della leva finanziaria è spiegato molto bene sul sito di tradingveloce. La leva finanziaria, in generale, consente di esporsi con una cifra molto maggiore rispetto alla quantità di denaro che si possiede sul proprio conto di trading.

Infatti spesso i trader utilizzano questo strumento per rendere in maniera piuttosto ampia la loro esposizione sul mercato. Il principale vantaggio consiste nel fatto che si può disporre così di una maggiore liquidità e di un portafoglio più diversificato.

Infatti, grazie alla possibilità di esporsi, si possono fare più tipi di investimenti. La leva finanziaria si può utilizzare sulla maggior parte dei mercati, quindi si può impiegare nelle azioni, nel Forex, ma anche nelle materie prime, negli indici e pure nei certificati.

Nel 2018 l’European Securities and Markets Authority ha stabilito delle nuove regole che riguardano specificamente l’uso della leva finanziaria applicata ai CFD. L’obiettivo è quello di riuscire a salvaguardare gli operatori da perdite davvero ingenti.

Un esempio di leva finanziaria

Per farti capire meglio come funziona la leva finanziaria, abbiamo deciso di fornirti un esempio in dettaglio. Ragionando infatti sulle cifre precise, si può capire meglio come funziona questo strumento e si può capire perché è importante nel trading online, visto che dà la possibilità di fare gli investimenti di una certa misura.

Per esempio utilizzando la leva finanziaria un trader ha la possibilità di investire anche soltanto 100 euro, ma allo stesso tempo aprire una posizione sul mercato del valore anche di 1.000 euro.

La differenza in termini di denaro viene fornita dall’intermediario, che può essere costituito da un broker o da una banca. Naturalmente è da tenere in considerazione che il profitto che deriva dall’operazione, così come le eventuali perdite, vengono calcolati sempre sulla base del valore di 1.000 euro.

Di conseguenza succede che i profitti possono essere molto larghi, perché sulle operazioni di compravendita sulle quali si sono investiti 1.000 euro si genera un guadagno davvero superiore rispetto al profilo che è possibile realizzare con un investimento iniziale di soli 100 euro.

Tuttavia ci si espone in questo modo al rischio di perdite maggiori. Ecco perché di solito un intermediario concede l’utilizzo della leva finanziaria, se in cambio si può offrire un margine di garanzia in termini di quantità di denaro disponibile sul conto.

Il margine è calcolato in percentuale sul valore della posizione che viene aperta. Ne risulta che, se vogliamo esprimere dal punto di vista matematico in che cosa consiste la leva finanziaria, bisognerebbe applicare la seguente formula, che fa in modo che la leva finanziaria risulti dal rapporto tra il capitale investito e il capitale proprio.

È da dire però che il margine non rappresenta un costo per il trader, infatti è soltanto una garanzia che l’operatore consegna al broker, per poter usufruire del prestito. Quando la posizione sul mercato viene chiusa, il margine viene restituito al trader.